Unicredit: nuovi territori inesplorati

unicredito20070103_01Si è conclusa martedì la fase orizzontale che da ottobre caratterizzava l’andamento di UNICREDIT. La netta violazione del precedente massimo a 6,740 ha dato il segnale di prosecuzione del trend rialzista all’interno del canale parabolico che seguiamo ormai dall’estate scorsa.

Siamo quindi nuovamente in territori inesplorati e la salita ora potrebbe svilupparsi a lungo tempo e con un movimento molto ampio. Resto della convinzione che il titolo sia destInato in due anni a raddoppiare il proprio valore: 12 euro alla fine del 2008. Ma non mettiamo limiti alla provvidenza…

Continuo a tenere i titoli in portafoglio.

Tags:

About the Author

has written 382 stories on this site.

13 Comments on “Unicredit: nuovi territori inesplorati”

  • Arturo wrote on 8 February, 2007, 11:49

    Giovanni, sara’ un caso che gli operatori, in seguito a questo tuo grafico
    abbiano alzato i loro target price anche fino a 8,10 ??

    Credo che non solo noi “piccoletti” ti seguiamo …… 🙂

    Mantego come te il titolo in portafoglio.

    Ciao.
    Arturo

  • Giovanni Solinas wrote on 9 February, 2007, 6:56

    Grazie Arturo,
    se fosse come dici sarebbe buffo, io non sono un professionista…

  • valerio wrote on 22 February, 2007, 22:23

    ciao non pensi che nel breve se non viene superata la zona 7,315 -7,30
    si posso tornare a 7,00 – 7,03

  • Giovanni Solinas wrote on 24 February, 2007, 9:18

    Ciao Valerio,
    si è possibile che in questa fase vada a cercare la base di appoggio in area 7,00.
    La tenuta di questo livello sarebbe un buon segnale di forza e salute.

  • Arturo wrote on 27 February, 2007, 12:02

    Il commento 5 e 6 sono solo per ribadire la buona impostazione di titolo che Giovanni dice ormai da tempo.

    Giovanni, complimenti (come sempre del resto) 🙂

    Ciao
    Arturo.

  • Giovanni Solinas wrote on 27 February, 2007, 20:35

    Grazie Arturo,
    è un piacere sapere che gli analisti di Merrill Lynch (per fortuna dei suoi clienti) visitano il mio sito. 🙂 🙂

  • Arturo wrote on 27 February, 2007, 11:56

    Unicredit promossa su tutti i fronti da Merrill Lynch che porta target price a 9 euro
    (27 Febbraio 2007 – 11:29)
    MILANO (Finanza.com) – Piazza Cordusio continua a riscuotere la fiducia degli analisti di Merrill Lynch che hanno promosso su tutti i fronti Unicredit ritoccando al rialzo rating, stime e target price. La casa d’affari statunitense ha reiterato il suo “high-convintion buy” su Unicredit portando il prezzo obiettivo a 9 euro dagli 8,2 precedentemente indicato. Il broker ha messo mano anche alle stime di Eps sul gruppo guidato da Alessandro Profumo alzando del 6% a 0,57 euro quelle sull’Eps 2007 e del 9% quelle sull’Eps 2008. In tal modo le stime di Merrill Lynch si spingono oltre quelle dell’istituto bancario di piazza Cordusio e anche sopra al consensus. Alla base del rialzo delle stime c’è il passo accelerato in tutte le divisioni del gruppo con il Roe che è visto balzare dal 17% del 2006 al 23% nel 2008. Merrill Lynch rimarca come Unicredit trat

  • Arturo wrote on 27 February, 2007, 11:57

    Merrill Lynch rimarca come Unicredit tratti 10 volte i guadagni attesi 2008, offrendo uno dei PEG ratios (rapporto tra p/e e tasso di crescita previsto per l’esercizio in corso) più passi tra le banche europee coperte dal broker americano. Inoltre Merrill Lynch volge lo sguardo anche al lungo termine e vede un ulteriore potenziale di 3,3 euro per azione non ancora catturato dalle metodologie standard di valutazione del settore utilizzate dal broker statunitense. Dei 3,3 euro addizionali spiccano i ben 0,5 euro che deriverebbero dal capital management, rispettivamente gli 0,6 e 0,7 euro da una crescita più rapida del previsto in Polonia e Est Europa e gli 0,5 euro da ulteriori sinergie di ricavi in Germania e Austria

  • Francesco wrote on 13 March, 2007, 14:55

    Certo, Unicredito ha subito una pesante “correzione”.
    Ma ora in questi giorni i massimi sono crescenti ed i minimi pure …
    Lascebbe pensare che si tratti proprio di una correzione.

    Però guardando le evolventi che avevi tracciato tempo fa direi che ora siamo un po fuori.

    Potrebbe però essere un buon momento per comprare …. sempre se si confermai il trend rialzista che sembra esserci in questi gg.

    Cissà cosa farebbe Gann 🙂

  • FABIO wrote on 19 March, 2007, 10:43

    VISTO IL TUO AGGIORNAMENTO SU ACEA VOLEVO SAPERE SE CI SONO NOVITA’ ANCHE SU UNICREDIT VISTO IL PESANTE RITRACCIAMENTO IN ATTO……GRAZIE E ANCORA COMPLIMENTI PER IL SITO…..

  • Arturo wrote on 23 March, 2007, 9:49

    Unicredito, per Citigroup è buy con tp a 8,1 euro
    (23 Marzo 2007 – 09:12)
    MILANO (Finanza.com) – Dopo avere esaminato i risultati del bilancio 2006 di Unicredito, gli analisti di Citigroup hanno confermato il giudizio buy e il target price di 8,1 euro. Secondo il broker listituto milanese quota a sconto rispetto ai principali competitor europei: il rapporto p/e 2007 è pari a 9 rispetto ad una media di 12 evidenziata dalle altre banche del Vecchio Continente.

    Unicredit: Cheuvreux alza target price e ribadisce outperform
    (23 Marzo 2007 – 09:22)
    MILANO (Finanza.com) – Cheuvreux ha portato il target price di Unicredit, all’indomani della presentazione dei conti 2006, da 8,1 a 8,2 euro, confermando il giudizio di outperform.

  • Giovanni Solinas wrote on 23 March, 2007, 16:00

    Direi proprio che è arrivato il momento di fare il punto della situazione.
    Sabato e Domenica metto giù in grafico.

  • Coliandro wrote on 8 January, 2010, 11:55

    “Si è conclusa martedì la fase orizzontale che da ottobre caratterizzava l’andamento di UNICREDIT. La netta violazione del precedente massimo a 6,740 ha dato il segnale di prosecuzione del trend rialzista all’interno del canale parabolico che seguiamo ormai dall’estate scorsa.
    Siamo quindi nuovamente in territori inesplorati e la salita ora potrebbe svilupparsi a lungo tempo e con un movimento molto ampio. Resto della convinzione che il titolo sia destInato in due anni a raddoppiare il proprio valore: 12 euro alla fine del 2008. Ma non mettiamo limiti alla provvidenza…”

    Si infatti a GENNAIO 2008 UNICREDIT stava a 1,4!!
    La prima cosa da fare, lo sostengo da anni, è uccidere tutti i GRAFICISTI, i loro docenti e il loro dipartimenti universitari e poi bruciare tutti i libri su questa disciplina inutile, insensata e dannosa.
    Ciao.

Write a Comment

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Copyright © 2017 Le Pagine dei Soldi. All rights reserved.
Powered by WordPress.org,