ENI: un futuro positivo ma senza grinta

Torniamo a parlare di ENI dopo una lunga pausa. L’avevamo lasciata con la prospettiva di terminare il ciclo rialzista a 37 euro.
I movimenti degli ultimi mesi hanno confermato che questo sarà il livello della fine del ciclo. Purtroppo però il grafico ha scelto un canale lineare per proseguire il suo percorso, abbandonando gli sviluppi rapidi di un canale parabolico che l’avrebbe portato alla meta con più velocità.
Il canale lineare primario che il trend rialzista è andato costruendo negli anni appare ormai ben definito.
All’interno del canale le ultime oscillazioni hanno generato altri segnali direttamente collegati alle percentuali di ritracciamento di Fibonacci che aiutano l’analista nelle ipotesi di sviluppo del ciclo in corso.
Il massimo storico toccato dal titolo nel 2007 a 29 euro e il successivo ribasso a poco meno di 21 sono aree sensibili che i “devoti” a Fibonacci considerano fondamentali per identificare il livello a 37 euro.
Per concludere direi che ENI ha una struttura che garantisce un rialzo lento e moderato come spesso vorrebbero i cassettisti.
Personalmente penso che nel settore dei petroliferi c’è di meglio.

Tags:

About the Author

has written 382 stories on this site.

Write a Comment

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Copyright © 2018 Le Pagine dei Soldi. All rights reserved.
Powered by WordPress.org,