FIAT: un futuro di lacrime e sangue

La salita del prezzo del petrolio sta influenzando tutti i mercati. Quello che al momento sta risentendo maggiormente di questo eccesso è il mercato dell’auto che aveva già i suoi bei problemi. GM e Ford sono alle prese con un debito che ormai definire stellare sarebbe riduttivo. Proprio in questi giorni GM vara la sua ristrutturazione definita dai giornali “la più drastica della sua storia” che prevede tagli su tutti i fronti consentendogli di ridurre il debito di “soli” 15 miliardi di dollari. in questo scenario dalle tinte fosche il petrolio alle stelle costringe i produttori di auto a ragionare su cosa fare in futuro: sviluppare veicoli che consumano meno carburante o lanciarsi nel mercato ancora acerbo dei veicoli ibridi? Il problema evidentemente sono gli investimenti che male si conciliano con i debiti.
In questo contesto FIAT che ha azzerato i debiti e ha riguadagnato importanti fette di mercato si sta muovendo in maniera esemplare siglando anche un accordo semisegreto con BMW per il rilancio americano di Alfa Romeo. Nonostante tutto anche FIAT si ritrova alle prese con la crisi generalizzata dei mercati vedendo il prezzo dei suoi titoli oscillare fra i 9 e i 10 euro. In quest’area il titolo danza pericolosamente su supporti che proprio in queste fasi dovranno fornire segnali agli investitori.
Personalmente ritengo che FIAT pur essendo posizionata fra le migliori società del mercato ha di fronte un futuro molto difficile fatto di investimenti, sacrifici e enormi incognite. Il prezzo del titolo in questo contesto ne dovrebbe risentire fortemente e gli azionisti non potranno raccogliere frutti cospicui prima di 4 anni.
Resto fuori da FIAT.

Tags:

About the Author

has written 382 stories on this site.

4 Comments on “FIAT: un futuro di lacrime e sangue”

  • Anonimo wrote on 24 July, 2008, 23:57

    provo a inserire di nuovo i commenti
    FUNZIONA!!!

  • Marco71 wrote on 7 October, 2008, 0:48

    ma sta meglio delle altre, no?
    pochi debiti, i motori migliori, non la scambierei con gm
    poi sono molto intrigato dai nuovi motori, mi sa che non dovremo aspettare il 3000 per un cambio totale dei nostri veicoli
    eppoi spero che si torni all’economia reale, basta finanza fantasiosa
    la fiat produce roba vera… punto (.)

  • Giovanni Solinas wrote on 7 October, 2008, 7:00

    Hai ragione, insieme a BMW è la migliore. Ma si avvicina un’epoca di grandi cambiamenti. Occorrono grandi investimenti in ricerca per restare competitivi e il titolo ne risentirà fortemente.

  • Salvo wrote on 9 October, 2008, 20:25

    In un mercato che non si salva nessuno figuriamoci Fiat che l’anno scorso ha effettuato una risalita da record. Si sa che quando un titolo sale molto è il primo a pagare il conto (Soltanto da inizio anno ha perso il 60% circa). Bho forse comunque alla fine ha ragione Silvio quando dice che le azioni delle aziende quotate ritorneranno al valore che gli compete. Se però penso Tiscali……..

Write a Comment

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Copyright © 2018 Le Pagine dei Soldi. All rights reserved.
Powered by WordPress.org,