ENEL: obiettivo 2,30?

enel20090611_01Archiviato l’aumento di capitale, ENEL resta al centro dell’attenzione,  come tutto il comparto degli energetici.

Nonostante si tratti di una società solida, ben gestita e dalle potenzialità ancora tutte da scoprire, ENEL ha risentito come tutti gli altri titoli della crisi finanziaria.

L’escursione ribassista ha portato il titolo da 7,5 – giugno 2007 – fino a toccare i 2,84 nel marzo scorso. Da allora ha recuperato parte del ribasso tornando verso l’area 3,60. La fase in corso lascerebbe pensare che il trend ribassista della crisi finanziaria sia ormai da archiviare.

In realtà ci sono dei segnali che occorre monitorare con attenzione per non rischiare di entrare su livelli troppo alti e troppo presto.

La presenza di un canale parabolico orientato negativamente entro il quale il ribasso degli ultimi due anni si è sviluppato fornisce la traccia di quale possa essere il prossimo futuro di ENEL.

A mio parere il ribasso non si è ancora concluso. Utilizzando le percentuali di Fibonacci sembra ci sia ancora spazio per  un ulteriore movimento ribassista fino a 2,3 euro. Mettendo insieme Fibonacci ed evolventi paraboliche sembrerebbe che il periodo nel quale ci sarà l’inversione possa presumibilmente essere fine 2009, inizio 2010. C’è tutto il tempo per vedere come andranno le cose. Occhi aperti.

Tags:

About the Author

has written 382 stories on this site.

One Comment on “ENEL: obiettivo 2,30?”

Trackbacks

  1. ENEL: in attesa dei 2,30 | Le Pagine dei Soldi

Write a Comment

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Copyright © 2018 Le Pagine dei Soldi. All rights reserved.
Powered by WordPress.org,